martedì 6 settembre 2011

Scrigni con cuore alle pesche






Con questa ricetta voglio inaugurare la mia seconda collaborazione in ordine cronologico: le farine Molino Chiavazza.





L'origine di questa azienda, risale al 1955 quando i fratelli Andrea e Luigi Chiavazza, già esperti nella panificazione, affittano il molino alimentato dalle acque del Rio Freddo. 
L'attività "esplode" tra il 1958 e 1964 quando le nuove tecnologie, ne ampliano la capacità produttiva. Alla fine degli anni 60 il molino Chiavazza inizia a confezionare farina in pacchetti per servire i primi supermercati della Lombardia. Una sfida destinata a condizionare il futuro dell'azienda e a dare presto i suoi frutti.     



Ma ora veniamo alla ricetta:


Ingredienti:
30 gr di farina di mandorle
130 gr di burro
70 gr di zucchero a velo
un uovo
2 pesche
50 gr di zucchero
mezzo limone (piccolo)



Dopo aver lavato le pesche, sbucciarle, togliere il nocciolo e tagliarle a pezzetti. Cuocere la frutta con lo zucchero e il limone: deve diventare una composta consistente.





In una ciotola lavorare il burro morbido con lo zucchero a velo e il tuorlo d'uovo fino a ottenere una crema.





In un solo colpo aggiungere la farina e la farina di mandorle e formare un panetto che dovrà riposare in frigo per un'oretta.




Trascorso il tempo di riposo, stendere la pasta in una sfoglia sottile e rivestire lo stampo da muffins. Riempire gli scrigni con la composta di pesche e siglillarli con un disco di pasta.



















Buona serata a tutti voi!

9 commenti :

  1. Ciao Arianna
    queste tortine sono veramente molto invitanti.Quel cuore morbidoso poi le rende una vera delizia!
    Cristy

    RispondiElimina
  2. davvero belle questi scrigni!!!!

    complimenti per la collaborazione!

    RispondiElimina
  3. Quel cuoricino morbido mi ha messo uno strano languorino.... belli ma sicuramente buonissimi!

    RispondiElimina
  4. Il ripieno che fuoriesce così sciropposo è il massimo della sfiziosità... hai preso all'amo anche chi, come me, propende solitamente per il salato...

    Un bacio

    RispondiElimina
  5. Buonissimaaaaaa! E complimenti per la tua seconda collaborazione! :D
    Baci!

    RispondiElimina
  6. Buongiorno a tutte voi carissime!
    Grazie mille per le vostre parole: in effetti questi scrigni sono il conforto ideale per qualunque cosa. Il ripieno, reso leggermente aspro dal limone, contrasta benissimo con la frolla morbida e dolce!
    Un bacione a voi ;)

    RispondiElimina
  7. Meno male che sei "una pessima cuoca", non oso pensare se fossi una "brava cuoca". tortine favolose con un ripieno mmmhhhhhhh!

    RispondiElimina
  8. wow!!!che belli, questi si che son preziosi!

    RispondiElimina
  9. questi scrigni sono davvero slurposi!!!
    Li proverò presto!!! baci. Stella

    RispondiElimina